IRMSO - Istituto di Ricerca Medico Scientifica Omeopatica home


Deontologia del medico omeopata

Il Medico Omeopatico è interamente assoggettato alle norme del Codice Medico Deontologico.

La libertà di scelta di terapia è un valore assoluto.

La pratica della Medicina Omeopatica è di uso esclusivo del Medico Omeopata.  

Il Medico Omeopata svolge la sua professione dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia e dopo l’Abilitazione all’esercizio della professione medica, legalmente rilasciati dall’Università e dallo Stato Italiano.

Il Medico Omeopata, inoltre, deve aver seguito un ciclo di almeno tre anni di studi di qualificazione in Medicina Omeopatica.

Ogni Paziente ha il diritto di esigere dal suo Medico Omeopata la quietanza del possesso di un Attestato finale di studi in omeopatia.

Il Medico Omeopata ha il diritto/dovere di ricevere per iscritto da ogni Paziente il “consenso-informato”.

Il Medico Omeopata deve informare adeguatamente il Paziente durante il primo incontro o previamente, se possibile per iscritto (con un opuscolo o con una locandina nella sala di attesa) su:

a)    l’associazione professionale di cui egli è membro.
b)    le sue qualifiche e ciò che queste comportano.
c)    la durata e il corso prevedibili del trattamento con gli onorari previsti.
d)    la realistica descrizione delle possibilità terapeutiche.
e)    le procedure di rimostranza.

La visita del Medico Omeopata comporta la stesura di una storia clinica, un esame generale, una diagnosi medica, clinica e di laboratorio e una ricerca precisa ed attenta delle reazioni personali ed individuali proprie del malato.

Solo il Medico Omeopata è in grado di valutare qual’è la terapia omeopatica da applicare in ogni singolo Paziente. Se il caso lo richiede, potrà egli stesso proporre o applicare un’altra terapia.

Sempre che sia necessario, il Medico Omeopata richiederà accertamenti clinici complementari, analisi cliniche mirate, un consulto con uno specialista e/o il ricovero in ambiente ospedaliero.

Il Medico Omeopata esercita in nome proprio anche in caso di associazione o in pratica di gruppo.

Il Medico Omeopata deve applicare solo le cure a cui il Paziente ha acconsentito.
Il Medico Omeopata deve assumere una posizione indipendente nei confronti delle istituzioni commerciali o degli operatori nel campo medico/farmacologico.

Il Medico Omeopata, nella pratica clinica, non mirerà esclusivamente alla mera soppressione dei sintomi locali del Paziente, ma darà preferenza al trattamento globale volto al miglioramento generale dello stato di malattia e di esistenza del Paziente.

Il Medico Omeopata deve tenere alti i livelli di conoscenza, istruzione e competenza richiesti, attraverso corsi di aggiornamento ed una formazione permanente, conferendo con i Colleghi e consultando la letteratura relativa alla sua professione.

Il Medico Omeopata deve astenersi da azioni per le quali non è competente.

Il Medico Omeopata non è autorizzato a ricevere provvigioni sui preparati prescritti o consigliati.

I Medicinali Omeopatici sono fabbricati nei laboratori specializzati, a strette norme  e secondo la Farmacopea Omeopatica Ufficiale (in mancanza di Farmacopea Ufficiale Italiana valgono le Farmacopee Ufficiali dei Paesi  membri della Unione Europea).

I Medicinali Omeopatici sono spediti in Farmacia, sotto la responsabilità del Farmacista e unicamente su prescrizione del Medico Omeopata.

La I.R.M.S.O. srl,  si riserva il diritto di denunciare ogni pratica, ogni forma di diffusione, di informazione e di pubblicità della Medicina Omeopatica che possano rappresentare un pericolo alla salute dell’individuo e della collettività.